Anche questo anno ho raggiunto il traguardo, un vero traguardo di vita

    Carlo Belloni Milano Marathon 2017Carlo è un nostro volontario, ma anche e soprattutto un amico, che qualche anno fa ha subìto un trapianto di fegato.

    Da allora ci segue, ci dà una mano in reparto, sempre presente e disponibile ad aiutare. Con le sue partecipazioni alle staffette, ormai è da qualche anno che vi prende parte, si è guadagnato il posto da “testimonial” della nostra Milano Marathon.

    In questi giorni è passato in PROMETEO e ha voluto scrivere qualche parola di ringraziamento per tutti noi… ma siamo noi che ti ringraziamo caro Carlo, per la tua testimonianza e per il tuo essere così speciale!

    “Anche questo anno ho raggiunto il traguardo con l’ultima staffetta alla Milano Marathon, sempre in compagnia dei miei due amici, il mio donatore e l’angelo custode, un vero traguardo di vita.
    Devo anche fare un ringraziamento a tutte le persone che hanno permesso il buon esito della corsa, in particolare Francesca Reale, per il suo impegno ed esperienza, personalmente le sono grato; a tutti i partecipanti, Ettore e la sua bella famiglia, a Roberta nostra carissima fotografa, a tutto lo staff di PROMETEO, e a tutti quelli che con la loro presenza, hanno dato risalto alla PROMETEO. Grazie, grazie, grazie a tutti. Carlo”

    Carlo Belloni, staffettista Milano Maraton 2017 per PROMETEO Onlus


    Grazie, grazie, grazie per tutto ciò che fate

    Bozza automatica 1“Questa è una casa molto bella e accogliente, pulita, ordinata, accessoriata di tutto, arredata con gusto.

    Chiunque vi soggiorni, anche solo per un giorno, ha l’impressione di sentirsi a casa propria.

    Si ha inoltre la possibilità di conoscere tante belle persone con le quali si condividono gioie e dolori, diventando dei veriLeggi l’articolo


    Le bomboniere per il nostro matrimonio? Saranno solidali!

    Le bomboniere per il nostro matrimonio? Saranno solidali!Il 24 settembre una coppia di giovani amici di PROMETEO si sono sposati: “Le bomboniere per il nostro matrimonio? Saranno solidali!”

    Non tutti sanno di questa possibilità, non tutti, se lo sanno, ci pensano. Annalucia e Filippo ci hanno pensato. Per il loro matrimonio, hanno scelto di sostituire la classica bomboniera da regalare agli invitati con una donazione a favore di PROMETEO. Un gesto importante, fatto col cuore, una scelta preziosa che permette all’associazione di portare avanti i suoi progetti e continuare ad essere costantemente presente per chi soffre e dare ospitalità ai pazienti in cura al 7° piano dell’Istituto dei Tumori di Milano e ai loro famigliari.Leggi l’articolo


    Parole e silenzi: comunicare durante la malattia

    Parole e silenzi: comunicare durante la malattiaParlare agli altri della propria malattia, leggere nei loro occhi lo smarrimento di fronte a qualcosa che spaventa, sentire dalle loro parole che si tratta di un argomento troppo difficile da affrontare.

    Oppure, al contrario, costruire un nuovo linguaggio, fatto di piccoli gesti e di azioni concrete, di silenzi eloquenti ma anche di ironia. Per continuare a comunicare davvero. Federica ci racconta la sua esperienza.

    Dottore: «Dalle analisi risulta che la cisti prelevata è maligna. Si tratta di un epatocarcinoma fibrolamellare. »Leggi l’articolo


    CasaPROMETEO, ospitalità ma anche emozioni e pensieri

    CasaPROMETEO, ospitalità ma anche emozioni e pensieriNegli alloggi di CasaPROMETEO c’è un quaderno, una sorta di diario, sempre pronto, in attesa che un ospite lo prenda con sè per qualche minuto…

    Pagine già scritte e pagine vuote pronte per essere riempite, il diario è sempre lì in bella vista. Un invito per i nostri ospiti, malati o parenti che li accompagnano. Un invito a leggere parole Leggi l’articolo


    Grazie di cuore e… di fegato, da Ettore Li Muli

    _DSC1217-2- Voglio ringraziare di cuore (e di fegato) TUTTI!

    L’organizzazione, impeccabile in ogni momento, i volontari sempre presenti e puntuali, la fotografa, simpatica, premurosa e professionale, tutti i runners in particolare i “non professionisti” che si sono distinti per coraggio, pazienza e tanta voglia di partecipare ad un grande evento per una giusta causa.
    Un grazie immenso alla mia squadra formata da Andrea Fontò, Leggi l’articolo




    Il racconto di Federica: la mia famiglia, la mia vera forza

    federica“Buongiorno, cari lettori, il mio nome è Federica Del Giudice. Forse qualcuno avrà già letto di me (nel PROMETEOlnforma di giugno 2014, ndr): ho 22 anni, vivo ad Andria, in Puglia, ma studio Scienze e tecniche psicologiche a Chieti. Il 27 dicembre 2012 ho firmato le carte per il trapianto di fegato e dopo esattamen­te nove mesi sono stata chiamata per l’operazione. Ora sono qui a scrivere per tutti coloro che …”

    Inizia con queste parole l’articolo scritto da Federica Del Giudice pubblicato sul nuovo numero di PROMETEOInforma.

    Leggi l’articolo