Tumori neuroendocrini curati con il trapianto – Corriere della Sera

    Tumori neuroendocrini curati con il trapianto - Corriere della SeraTumori neuroendocrini curati con il trapianto. Uno studio italiano dimostra che, in pazienti selezionati, la sostituzione del fegato aumenta la sopravvivenza e può liberare dalla malattia.

    Rari, ma non troppo. I tumori neuroendocrini, o NET, sono poco conosciuti, non diffusissimi ma in continuo aumento: da poco hanno superato la soglia oltre cui non possono essere più considerati rari in senso stretto, ovvero i cinque casi ogni centomila abitanti.

    Purtroppo la diagnosi per molti pazienti arriva tardi, quando il tumore si è ormai esteso, anche perché i Leggi l’articolo


    Medicina troppo standardizzata – di Vincenzo Mazzaferro

    Corriere-della-Sera_120114Le «linee guida» su quasi tutto penalizzano la riflessione sui singoli casi

    Anche la più rutilante applicazione per telefonini o tablet ha vita breve e va presto aggiornata. Il ciclo vitale delle «istruzioni» sul mondo diventa sempre più rapido, anche se la versione precedente non era poi così male. Ciò che viene venduto come necessario è spesso solo il risultato di una strategia di invecchiamento programmato, per garantire profitti maggiori di quelli che deriverebbero dalla naturale obsolescenza delle cose. Anche la medicina ha assorbito meccanismi automatici di rinnovamento, sanciti dalle cosiddette «linee-guida» leggi tutto l’articolo in pdf


    Intervista al Prof. Vincenzo Mazzaferro – Il Giorno

    IL-GIORNO-16-11-2013-Mazzaferro_rCol bisturbi abbiamo aperto una nuova via di speranza per i malati inoperabili

    Dal quotidiano Il Giorno intervista al Prof. Vincenzo Mazzaferro, sulla nuova tecnica chirurgica per l’asportazione dei tumori retro epatici sperimentata dall’U.O. Chirurgia Epato Gastro Pancreatica e Trapianto del fegato dell’Istituto Nazionale dei Tumori.

    16.11.2013

     


    I tumori neuroendocrini dell’apparato digerente

    tumori-neuroendocrini

    I tumori neuroendocrini sono neoplasie molto rare che si formano in ghiandole endocrine o in cellule endocrine disperse nel sistema gastrointestinale.

    La frequenza annuale di queste neoplasie, in particolare per quelle a origine dal tratto gastro-enterico, è bassissima circa 12 casi ogni 100.000 abitanti in Italia. Colpiscono gli uomini così come le donne e Leggi l’articolo


    Sole 24ore “A Milano parte la sfida alla terapia molecolare”

    equipe-mazzaferroViaggiano, dal Canada all’Italia, in una scatola di piombo completamente schermante. E arrivano a destinazione, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (Int) da dove è partito l’ordine, esattamente quel giorno a quella determinata ora.

    Tutto deve essere assolutamente ben sincronizzato per iniziare la terapia che prevede l’infusione di microsfere contenenti l’isotopo radioattivo yttrio 90: la prima radioterapia interna per curare il cancro al fegato.

    Visualizza l’articolo di di Francesca Cerati in formato pdf 


    Gli anticorpi contro il cancro

    anticorpi

    Nuovi farmaci che lasciano sperare.

    A cura di Davide Citterio – medico specializzando in formazione presso la S.C. Chirurgia Apparato Digerente e Trapianto Fegato

    L’epatocarcinoma (HCC) rappresenta il tumore maligno più frequente del fegato ed è l’ottavo tipo di tumore solido più comune. Esso insorge generalmente nel contesto di una cirrosi epatica. Leggi l’articolo


    La terapia con “YTTRIO 90”

    La terapia con “YTTRIO 90”. Una nuova speranza per il trattamento dell’epatocarcinoma avanzato

    La radioembolizzazione con “Yttrio 90” è una terapia sperimentale che consiste nel curare i tumori primitivi del fegato con delle piccole sfere radioattive iniettate attraverso un catetere direttamente nelle arterie della parte di fegato malata. Di questa terapia ci parla il dottor Raffaele Romito, dirigente medico dell’Unità operativa Chirurgia Apparato Digerente e trapianto di Fegato dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Dottor Romito  ci spiega nel dettaglio in cosa consiste questa terapia?  E’ una terapia molto complessa che utilizza delle Leggi l’articolo


    Protocollo XXL

    protocollo-xxlIl protocollo XXL è uno studio clinico che coinvolge la maggior parte dei Centri di trapianto di fegato italiani, ed è stato interamente progettato e sviluppato in Istituto dal Dr Mazzaferro e dalla sua équipe.

    Lo studio è rivolto ai pazienti affetti da epatocarcinoma, il tumore primitivo del fegato più comune, ed è volto Leggi l’articolo


    Istituto Tumori: Inaugurate le nuove sale operatorie

    nuove_sale_operatorieIstituto Tumori: Inaugurate le nuove sale operatorie. Cresce con la tecnologia la capacità di umanizzare le cure.

    Dal 1 luglio 2010 sono in funzione presso l’Istituto dei Tumori cinque nuove sale operatorie dotate di strumentazioni all’avanguardia che vanno ad aggiungersi alle sale già attive.

    Il potenziamento e la ristrutturazione delle sale operatorie, che hanno richiesto una spesa di circa cinque milioni di euro, permetteranno di svolgere circa 500 interventi in più all’anno e rispondono all’esigenza diLeggi l’articolo


    Il fegato e la sfida del trapianto. Ecco come vincerla

    Il fegato e la sfida del trapianto-MazzaferroMazzaferro e i criteri di Milano – Chi viene operato di cancro all’apparato digerente da noi trova un supporto che va oltre la chirurgia. Lo seguiamo prima e dopo

    Primario del reparto di chirurgia gastrointestinale dell’Istituto Nazionale Tumori, il professor Vincenzo Mazzaferro guida un team molto speciale, che si concentra sul paziente e non solo sulle possibili operazioni. Leggi l’articolo